Caltanissetta: Mirabile-Calderone hanno concesso il bis

Mirabile Calderone caltanissetta
sidebar-ad

Mirabile-Calderone vincono un anno dopo il “Rally di Caltanissetta”. Lombardo-Spiteri, secondi,  traditi da una foratura mentre erano al comando.

Gli agrigentini Maurizio Mirabile e Michele Calderone (Skoda Fabia Super 2000), hanno concesso il bis – oggi a Caltanissetta – aggiudicandosi anche la 14° edizione dela rally omonimo, valido quale 4. prova del Campionato Regionale e per il Trofeo Rally Sicilia, e conclusosi stamane dopo una notte di gara.

L’equipaggio della FM Motorsport, ha preceduto al traguardo la coppia di di casa: Roberto Lombardo e Alessio Spiteri, al volante dell’ormai anziana Renault Clio Williams di gruppo A, com la quale però hanno dato filo da torcere ai rivali, svettando in 5 delle 9 prove speciali ma traditi da una foratura nel corso della sesta frazione cronometrsta (terzo passaggio su “Mappa”), 800 metri dopo il “via” e ch’è costata loro circo un minuto. Mirabile (che dal suo canto recrimima noie ai freni in piena notte) ha cosi avuto l’opportunità di recuperare i 6 secondi di distacco che accusava sino a quel punto.

Terzo posto per il pilota di Mussomeli Gaspare Corbetto, navigato dal nisseno Salvatore Cancemi, con la Peugeot 106 Rally gruppo A. La coppia della scuderia messiness SGB Rally, ha preceduto al traguardo gli ennesi (di Assoro ) Alessio Di Franco e Andrea Spanò. (Renault Clio gruppo A) della FR Motorsport, davanti ai compagni di team i nisseni Marco Pilato e Marco Cusimano (Peugeot 106 Maxi) preparata da Parello.

Un’altra Peugeot 106, ma kit, sesta per Alessandro Fonti e Salvatore Giglio ( CST Sport). Settimi, e primi di gruppo N, i mussomelesi Massimiliano e Vincenzo Burrogano (padre e figlio) su Renault Clio davanti ai preparatori nisseni Fabrizio e Mattia Gioè (Renault Clio).

Nella classifica del Regionale i coniugi messinesi Mauro Amendolia e Rosaria Villari (primi in Super 1600), consolidano la loro posizione con i punti del nono posto.

La classifica assoluta dei primi diedi si chiude con Antonio Guttilla e Michele Arena (Peugeot 106 Rally/CST Sport), terzi di Gruppo N ma soprattutto primi di Classe (N2) e vincitori della speciale Classifica “Under”.
In “Racing Start” nella classe 1.6 vittoria di Fabrizio Vullo e Michele Antinoro (Peugeot 106 GTI), in 1.4 primato per il preparatore nisseno Biagio Guttilla, con Giuseppe Marino sulla MG ZR del Motor Team Nisseno. Tra le 2000 successo per i cefaludesi Daniele Cassata e Giuseppe Guercio (Renault Clio).

Tra le Storiche primato per il corleonese Antonio Di Lorenzo, navigato da Francesco Cardella, sulla Porsche 911 SC (3. Raggruppamento/GTS oltre 2000). Nello stesso raggruppamento gli agrigentini “Red Devil” e Sergio Raccuja (Fiat X1/9) si sono imposti nella 1600. Nel “Quarto” primato di Natal Mirabile e Giuseppe Crimi (Fiat Ritmo Abarth 130).

Nel “Secondo” il caccamese Gianfilippo Quintino, con Salvatore Vinciguerra alle note, è stato autore di una bella rimonta dopo i problemi elettrici patiti nella notte dalla loro Alfa Romeo GTV, praticamente al buio nelle prove in notturna. Nel “Primo” affermazione di Francesco Ferreri e Francesco Sarrica (Fiat 850 Special).

L’Assoluta dei primi dieci: 1 Mirabile-Calderone (Skoda Fabia) in 44’32.0; 2 Lombardo- Spiteri (Renault Clio) 45’03.9; 3 Corbetto-Cancemi (Peugeot 106) 45’24.1; 4 Di Franco-Spanò (Renault Clio) 45’25.9; 5 Pilato – Cusimano (Peuogeot 106 Max )45’35.6; 6 Fonti- Giglio (Peugeot 106 Kit ) 45’35.6; 7 Burrogano-Burrogano (Renault Clio) 47’00.2; 8 Gioè- Gioè (Renault Clio ) 47’00.6; 9 Amendolia- Villari (Fiat Punto) 47’50.7; 10 Guttilla- Arena (Peugeot 106) 48’18.6