Cubeda e Barbaccia i più veloci

Il primo tra le “Moderne” del Tivm, il secondo tra le “Storiche” del Campionato regionale, sono stati i più veloci nella prove ufficiali della 59a Salita dei Monti Iblei

Entrata nel vivo, con le prove ufficiali, la 59a Salita dei Monti Iblei. La corsa, organizzata dal Team Palikè e diretta da Lucio Bonasera, è valida per il Tivm. Domenico Cubeda (nella foto sopra), oggi, è risultato il più veloce in entrambe le manches tra i 154 conduttori in lizza. Nella prima salita ha fermato le lancette a quota 2’34”92. Nella seconda ha ulteriormente abbassato il proprio crono a 2’33”33. Cubeda (Osella PA2000 Evo Honda) sembra intenzionato ad aggiungere il terzo alloro nel proprio palmares dopo le Vincenzo-Conticelliaffermazioni del 2014 e 2015. Vincenzo (a sinistra) e Francesco Conticelli (sotto), padre e figlio, si sono confermati, i contendenti più accreditati del catanese su Osella PA30 Zytek ed Osella PA2000 Evo Honda. Francesco è risultato il più lesto accusando un ritardo da Cubeda di appena 2”11. Vincenzo, invece, è stato lievemente più lento piazzandosi a 2”75 dalla testa. Non ha disatteso le aspettative neppure il giovane Giuseppe Castiglione (Tatuus F. Master Honda). Il busetano si è posizionato appena fuori dal podio in 2’40”32. Su vettura gemella Samuele Cassibba ha completato la “Top Five” in 2’40”59.

Francesco-Conticelli

Tra le Storiche (40 le vetture verificate di cui 31 partite oggi in prova) Ciro Barbaccia (in basso) ha realizzato il miglior tempo assoluto nella seconda frazione (nella prima è risultato 39°). Il palermitano, su Osella PA9/90 BMW, è stato autore di un 3’08”95. Dietro di lui si sono piazzati Manlio Munafò (Lucchini SN89) e Salvatore Caristi (Fiat 128), rispettivamente, a 4”66 e 10”87 dalla testa.

Domani, a partire dalle ore 9.01, i conduttori si ritroveranno sui 5,500 km del percorso per la prima delle due manches in programma. Il tracciato è ricavato sulla Strada Provinciale 7. Lo “start” è individuato nelle immediate adiacenze della zona artigianale, la bandiera a scacchi verrà sventolata in prossimità del centro abitato di Chiaramonte Gulfi, non lontano dalla via Togliatti. Il percorso presenta un dislivello, tra partenza ed arrivo, pari a 410 metri, con pendenza media del 6,68%.

Ciro-BarbacciaPiazza Duomo, “salotto buono” di Chiaramonte Gulfi, ospiterà il parco chiuso a fine manifestazione, a due passi dal Municipio, dinanzi la Basilica di Santa Maria La Nova, Chiesa madre di Chiaramonte Gulfi. La premiazione si terrà ad apertura di parco chiuso nei locali della Sala Comunale polivalente “Leonardo Sciascia”, l’ex Chiesa di San Francesco, attigua al Municipio, in corso Umberto I.