Ford per i giovaniFord torna a Palermo con i suoi programmi di educazione alla guida responsabile e alla sicurezza stradale rivolti soprattutto ai giovani e agli automobilisti di domani. Dopo avere svolto per due volte nel capoluogo le lezioni intensive di guida di sicura per i ragazzi delle scuole, stavolta l’Ovale Blu “apre” un laboratorio ad alta tecnologia fra gli stand di EsperienzaInsegna, la rassegna di divulgazione scientifica in corso all’Edificio 19 del Polididattico in viale delle Scienze che ogni giorno ospita centinaia di studenti, dai bimbi delle primarie agli universitari. Quattro “tute” hi-tech utilizzate per mostrare con la realtà virtuale gli effetti che hanno sul corpo e sulla guida di un veicolo il consumo di alcol e droghe o la privazione del sonno.

GUARDA IL VIDEO https://www.youtube.com/watch?v=kYE5ktHE6ww

Sistemi sviluppati da Ford con l’Istituto di ricerca tedesco Meyer-Hentschel. Indossandoli riescono a simulare gli stati di alterazione e fanno toccare con mano quanto si perdano la lucidità e la capacità di svolgere anche le azioni più semplici in situazioni del genere. Pesi agganciati al corpo, visori e cuffie collegati a particolari programmi ed ecco che indossando la Drink Driving Suit si percepiscono tutti gli effetti dello stato di ebbrezza come con la Drug Driving Suit quelli dell’alterazione da droga. Ma c’è anche con la Hangover Suit la simulazione di un pericolo più subdolo, quello della spossatezza dovuta a una “notte da leoni” ricca di bagordi i cui effetti non si smaltiscono con una dormita. Infine l’equipaggiamento sviluppato di recente e rivolto non solo ai ragazzi ma a tutti coloro che per lavoro o svago percorrono lunghi tragitti al volante: la Sleep Suit che simula gli effetti dell’eccessiva stanchezza fino al black out del colpo di sonno.

È un’esperienza importante per tutti – spiega Monica Mecacci, dell’ufficio stampa Ford Italiama in particolare per i ragazzi che anche secondo i dati più recenti sono i guidatori più a rischio. Fra i giovani dai 18 ai 24 anni il tasso di incidenti è doppio. Per questo il nostro marchio fin dal 2003 negli Usa e dal 2013 in Europa è impegnato sul fronte sicurezza con scuole guida itineranti per i ragazzi, questi test di simulazione con le tute. E adesso anche con un programma di realtà virtuale che mette il ragazzo prima nei panni di un automobilista e poi in quelli di un ciclista. Fa parte del nuovo progetto Share the road, condividi la strada”.

 Gioacchino Amato

Il laboratorio Tecnologie Ford Destinazione Sicurezza è aperto agli studenti iscrivendosi su www.esperienzainsegna.it fino al 28 febbraio, aula seminari C, edificio 19 in viale delke Scienze