Rally del Tirreno: Profeta – Raccuia conquistano il successo

rally del tirreno
Foto Gallà

Rally del Tirreno: Profeta – Raccuia aprono la stagione

Aspettative confermate per l’equipaggio composto da Alessio Profeta e Sergio Raccuia nel Rally del Tirreno, prova d’apertura del Trofeo Rally Sicilia (coefficiente 2,5) e dell’8° Coppa di Zona con coefficiente 1,5.

A bordo della Skoda Fabia R5 del team Island Motorsport, il campione siciliano 2019 ha conquistato ben sei prove speciali su sei, firmando un percorso netto e privo di errori. Un inizio di stagione incoraggiante che fa ben sperare in vista dei prossimi appuntamenti previsti a cavallo tra i mesi di settembre e novembre.

Profeta, dopo il ritiro in speciale 4 “Rometta 2” dell’equipaggio composto da Ernesto Riolo e Granfranco Rappa (l’altra R5 iscritta alla gara), ha gestito al meglio gli ultimi chilometri cronometrati, evitando un qualsiasi errore che avrebbe potuto mettere a rischio un successo ormai praticamente messo in cassaforte.

Calderone e Ferro completano il podio del Rally del Tirreno

Seconda posizione al Rally del Tirreno per la Citroen 106 Rally del duo Calderone-Mangano, lontani dalla vetta circa 2 minuti e 47 secondi, seguiti dagli equipaggi composti da Ferro – Cangemi (Peugeot 106 Rally), Rizzo – D’Angelo (Renault Clio) e Molica – Grandi (Renault Clio Super 2000).

Da notare che quest’ultimo è stato il lotta per il podio fino all’ultima speciale di questa mattina, salvo poi mollare il passo alle vetture più rapide. Stesso discorso per il duo composto da Antonino Armaleo e Marco Luigi Zarcone, ottavi al termine della prova speciale 6.

Sfortunati anche Giuseppe Munafò e Francesco Galipò, in zona podio fino alla terzultima speciale e ritirati nel corso della PS5 “Colli 4 Strade 3”. Completano la top 10 le coppie formate da Nastasi – Rappazzo (Renault Clio) e Celi – Guttadauro (Peugeot 206).

Attesa per la 104esima edizione della Targa Florio

Appuntamento a sabato 12 e domenica 13 settembre per la 104esima edizione del Rally Targa Florio, round valido non solo per il Trofeo Rally Sicilia, quest’anno articolato solo su quattro prove, ma anche per il Campionato Italiano Rally 2020.

Rally del Tirreno, la classifica finale

1. Profeta-Raccuia (Skoda Fabia R5) in 36’34″5

2. Calderone-Mangano (Peugeot 106 Rally) a 2’47″0

3. Ferro-Cangemi (Peugeot 106 Rally) a 2’58″8

4. Rizzo-D’Angelo (Renault Clio) a 3’02″0

5. Molica-Grandi (Renault Clio S1600) a 3’06″3

6. Scannella-Augliera (Peugeot 106 Rally) a 3’08″1

7. Alibrando-Aprile (Renault Clio) a 3’15″9

8. Armaleo-Zaccone (Citroen Saxo Vts) a 3’19″7;

9. Nastasi-Rappazzo (Renault Clio) a 3’19″7

10. Celi-Guttadauro (Peugeot 206) a 3’27″8

Classifica Coppa Rally 8^ Zona

1. Profeta-Raccuia 15 punti

2. Calderone-Mangano 12

3. Ferro-Cangemi 9

4. Rizzo-D’Angelo 7,5

5. Molica-Grandi 6

6. Scannella-Augliera 4,5

7. Alibrando-Aprile 3

8. Armaleo-Zaccone 1,5

4° Tirreno Historic Rally, la classifica finale

1. Lombardo-Ratnayake (Porsche 911 Sc) in 32’18″5

2. Fullone-Failla (Porsche 911 SC) a 37″3

3. Spinnato-Mellina (Porsche Carrera RS) a 2’15″9

Roberto Valenti

Foto Gallà