Targa Florio: i siciliani iscritti nella Coppa Rally di Zona (8°)

targa florio

Targa Florio: i siciliani sfidano Angelucci

Con la pubblicazione ufficiale dell’elenco degli iscritti, avvenuta ieri sera per tutte le classi coinvolte, si apre ufficialmente la 104° edizione della Targa Florio, rally valido non solo come terza prova del Campionato Italiano Rally (CIR), ma anche come 2° della Coppa di Zona (8°), Trofeo Sicilia Rally, il quale si è aperto a inizio agosto con il “Tirreno”.

Di seguito gli iscritti alla gara valida per l’8° Coppa Rally di Zona. La corsa si snoderà lungo 60 chilometri di prove speciali (30 in meno rispetto a quella del Campionato Italiano Rally) e vedrà due “soli” passaggio sulle prove “Tribune”, “Targa” e “Scillato-Polizzi”.

Coppa Rally di Zona (8°): Mirabile e Riolo sfidano Angelucci

Dei 57 equipaggi iscritti alla gara valida per la Coppa Rally di Zona (8°), l’unico non siciliano sarà quello formato dal romano Fabio Angelucci e dal navigatore di San Pier Niceto, Massimo Cambria, i quali affronteranno le strade “madonite” a bordo di una Volkswagen Polo GTI R5.

Sul fronte siciliani, invece, tra gli avversari in classe R5 e per l’assoluta ci saranno l’agrigentino Maurizio Mirabile con Michele Castelli su Fabia ed Ernesto Riolo, figlio di Totò e protagonista già nel Rally del Tirreno, con alle note Alessandro Floris su 208.

Nelle altri classi spiccano i nomi di Roberto Lombardo, preparatore di Caltanissetta e iscritto alla gara delle S2000 con una Peugeot 207, e del rallista e scalatore trapanese Mauro Cacioppo, in gara nella classe N4 con una Mitsubishi Lancer Evo IX.

Targa Florio: tante sfide anche tra le “piccole” di classe

Prenderanno parte alla competizione anche il pilota di Gioiosa Marea, Carmelo Molica Franco, su Clio (Super1600) e il giovane messinese Angelo Bruno, sempre su Renault Clio R3C. Tra le piccole di classe R2B l’attenzione sarà soprattutto focalizzata sul confronto tra il pilota di Patti, Alessandro Scalia (208), e il castelbonese Giovanni Barreca, quest’ultimo iscritto su una Suzuki Swift.