Parigi: al Salone dell’auto di “Mondial” è rimasto solo il nome [VIDEO]

Parigi, chi c’è alla rassegna

Apre domani al pubblico e chiuderà i battenti domenica 24 il “Mondial de l’Auto” di Parigi, tornato a svolgersi  dopo una pausa di quattro anni avendo dovuto rinunciare all’edizione biennale del 2020.

Solo tre i padiglioni  occupati dall’unico “Salone” europeo rimasto in vita dopo la rinuncia di “Ginevra” (che emigra in Qatar) e la trasformazione in rassegna della mobilità di quello tedesco spostato da Francoforte a Monaco e che si alterna con quello francese.

 

Protagonisti i marchi del gruppo Renault (Alpine, Dacia e Mobilè oltre al brand capogruppo) e Stellantis (Ds, Jeep e Peugeot), che hanno rintuzzato con le loro novità l’invasione dei marchi cinesi noti e inediti così come la vietnamita Vinfast. Totalmente assenti tedeschi, giappponesi, coreani e americani. In passerella soprattutto auto elettriche e le prime ad idrogeno. In questo video una carrellata di alcune delle principali novità in mostra.

A fare notizia soprattutto le dichiarazioni del Ceo di Stellantis, Carlos Tavares, che invita ad una frenata nella corsa all’elettrico ed a strumenti per limitare l’invasione cinese.