L’iconico fuoristrada Ford Bronco debutta in Europa

Ispirato al modello del 1966 per la prima volta approda ufficialmente in Europa.

Da Colonia, in Germania, arriva oggi, 15 marzo 2023, la notizia che l’Ovale Blu renderà presto disponibile in alcuni mercati europei la sua icona 4×4: il Ford Bronco. È la prima volta che il fuoristrada a stelle e strisce di Ford approda in forma ufficiale nel Vecchio Continente.

Solo un numero limitato di esemplari sarà disponibile nelle varianti Outer Banks e Badlands, entrambe alimentate da un motore Ford EcoBoost V6 da 2,7 litri che eroga 335 CV e 563 Nm di coppia.

Il Ford Bronco si guadagna l’appellativo di “G.O.A.T” (Goes Over Any Type of Terrain – capace di affrontare ogni tipo di terreno) grazie a un sofisticato sistema di trazione integrale, disponibile in modalità di marcia normale o ridotta e a tecnologie innovative, tra cui il Trail Control e fino a sette modalità di guida differenti.

Progettato per affrontare ogni tipo di avventura, il versatile fuoristrada di Ford offre di serie caratteristiche uniche, come porte rimovibili con possibilità di stivaggio a bordo, punti di fissaggio integrati progettati appositamente per gli accessori da viaggio e materiali ultraresistenti e facili da pulire quando il “gioco” si fa duro e fangoso.

Design inconfondibile, all’interno come all’esterno, trae ispirazione dall’iconico Ford Bronco del 1966, riprendendo l’aspetto robusto e la capacità di resistenza dei modelli della Serie F, best-seller nel mercato statunitense, nonché l’anima ad alte prestazioni di Ford Mustang: l’unione di questi elementi distintivi danno vita a un fuoristrada dallo stile unico e autentico, pronto ad affrontare ogni tipo di avventura.

Un numero limitato di Ford Bronco First Edition sarà disponibile nelle versioni Outer Banks o Badlands, con dettagli esterni unici e all’interno un badge con il numero dell’esemplare. Vasta gamma di accessori disponibili, tra cui coprisedili in neoprene, borse portaoggetti e un parasole da tetto in rete, a seconda della versione.

Jon Williams, General Manager di Ford Blue Europe, ha dichiarato: “Il Bronco è un simbolo dello spirito di avventura di Ford e, combinando le più recenti tecnologie di trasmissione con un design affascinante e iconico, è in grado di portare la passione per l’avventura a un livello superiore. Dopo 25 anni di assenza, l’America ha accolto il ritorno del Bronco con più entusiasmo e affetto di quanto avremmo mai potuto immaginare. Ora è il turno degli appassionati europei vivere il Bronco spirit”.

Il Ford Bronco fu introdotto negli Stati Uniti nel 1966 e nacque dai robusti veicoli militari costruiti da Ford e dallo spirito ad alte prestazioni della Mustang per offrire il meglio di entrambi i mondi: un robusto veicolo 4×4 sportivo e divertente da guidare, che contribuì a lanciare un nuovo segmento di veicoli fuoristrada dedicato agli amanti dell’avventura.

La prima generazione di Bronco dimostrò la sua robustezza e agilità vincendo la gara off-road Baja 1000 del 1969, un’impresa che nessun altro veicolo 4×4 è riuscito a ripetere in oltre 50 anni. Negli Stati Uniti sono stati venduti più di 200.000 esemplari della prima generazione di Bronco, mentre in totale sono stati prodotti più di un milione di Bronco in cinque generazioni tra il 1966 e il 1996.

Nuova avventura per il Ford Bronco in Europa

Ispirato alla funzionalità, al divertimento e al senso di libertà offerti dalla versione originale, partendo da un foglio bianco il team di progettazione del nuovo Bronco ha iniziato facendo una scansione digitale a grandezza naturale del modello di prima generazione in modo da garantire che le proporzioni possenti e la forma iconica rimanessero elementi chiave del nuovo design. Sbalzi corti, linee decise e dettagli audaci e funzionali rendono il Bronco inconfondibile, oltre a contribuire alle sue eccezionali capacità off-road.

Il frontale è caratterizzato dalla tipica griglia a tutta larghezza, dai fari circolari e dalle vistose scritte che conferiscono un look davvero unico. I pannelli della carrozzeria squadrati sono progettati per rendere più visibili gli angoli esterni del veicolo e avere sotto controllo gli ingombri anche nelle situazioni più impegnative di off-road.

Passaruota in plastica imbullonati e trail sights, sezioni rialzate sulla parte superiore dei parafanghi anteriori per aiutare il conducente a individuare gli angoli del veicolo, che possono essere utilizzati come punti di ancoraggio in grado di sostenere fino a 68 kg, completano la dotazione.

Il Ford Bronco è dotato di un tetto rigido rimovibile dalla grande capacità fonoassorbente per garantire prestazioni confortevoli durante l’utilizzo su strada. Il tetto rigido è, inoltre, modulare essendo diviso in quattro pannelli, due dei quali – quelli anteriori – possono essere riposti con borse dedicate a bordo del veicolo per la massima flessibilità. Tutte le porte possono essere rimosse completamente e singolarmente con un solo attrezzo e in appena otto minuti, garantendo la massima libertà di movimento e una visibilità ancora maggiore in fuoristrada.

I finestrini senza cornice riducono il peso complessivo delle porte, rendendole sufficientemente leggere da poter essere rimosse agevolmente nonostante le loro dimensioni. Una volta rimosse le porte, molti si pongono il problema di dove riporle: la soluzione, per i possessori del Bronco è nelle borse dedicate (disponibili per Bronco Badlands) all’interno del veicolo, dove le porte possono essere custodite in modo sicuro e protetto, pronte per essere rimontate in pochi minuti.

Ford Bronco è dotato di numerosi, altri elementi rimovibili che consentono sia la personalizzazione sia il miglioramento delle prestazioni in off-road. La griglia anteriore e il paraurti possono essere sostituiti con versioni alternative, mentre i passaruota in plastica sono progettati per essere separati, senza danni in caso di impatto in fuoristrada, e possono essere sostituiti in modo semplice e veloce.

Inoltre il Ford Bronco nasconde dettagli che celebrano l’eredità dell’iconica versione del 1966 e sono pensati per essere scoperti dal proprietario durante l’utilizzo del veicolo.  Tra questi, per esempio, ci sono i loghi nascosti, una grafica che illustra la gamma del modello originale del 1966, un apribottiglie integrato nell’abitacolo e le coordinate GPS dei luoghi utilizzati per i test effettuati durante lo sviluppo del veicolo.

Paul Wraith, Chief Design di Bronco, ha dichiarato: “Reinventare il Bronco per adattarlo ai giorni nostri significava mantenere l’autenticità dell’originale, a partire dalla punzonatura delle teste dei bulloni. Al centro di tutto ciò che abbiamo fatto c’era la volontà di garantire al cliente la possibilità di godere di una Bronco-experience autentica, utile sia nel quotidiano sia in un’avventura immersi nella natura”.

Ford Bronco: pronto a tutto

Le proverbiali capacità off-road hanno consentito al primo Ford Bronco di guadagnarsi l’originale l’appellativo di G.O.A.T. (Goes Over Any Type of Terrain). Fedele alle sue origini, anche la nuova generazione offre prestazioni eccezionali nelle condizioni più difficili.

Il motore a benzina EcoBoost V6 da 2,7 litri, con doppia sovralimentazione e iniezione diretta, eroga 335 CV di potenza e 563 Nm di coppia per raggiungere le massime prestazioni senza alcuno sforzo. I cilindri in ghisa a grafite compatta, presentano una maggiore resistenza e rigidità rispetto alle fusioni in ferro tradizionali senza alcun aumento di peso, mentre caratteristiche come la valvola wastegate ad azionamento elettronico e il sistema di ricircolo dei gas di scarico ad alta pressione migliorano la potenza e l’efficienza dei consumi.

Il cambio automatico a 10 rapporti è di serie, per una guida fluida e ottimizzata in termini di coppia sia su strada sia in off-road. Un rapporto di trasmissione massimo di 64,33:1 in modalità di marcia ridotta, consente al Bronco di viaggiare a 6 km/h con il motore a 2.400 giri/min, garantendo un controllo preciso a bassa velocità e riducendo la probabilità di stallo in situazioni difficili.

Il Ford Bronco Outer Banks è dotato di un differenziale centrale a gestione elettronica che consente di passare dalla marcia normale a quella ridotta, agendo semplicemente su un pulsante.

Il Ford Bronco Badlands, ancora più estremo, aggiunge un differenziale anteriore bloccabile e un sistema di disattivazione della barra stabilizzatrice anteriore per offrire la massima agilità su terreni difficili. Inoltre, il differenziale centrale a gestione elettronica può passare automaticamente dalle due alle quattro ruote motrici a seconda delle condizioni, lasciando il conducente libero di concentrarsi sulla strada.

Per affrontare le condizioni di guida più impegnative, il Ford Bronco è costruito su un telaio a longheroni in acciaio ad alta resistenza con sette traverse, capace di conferire un’anima robusta che aumenta la sicurezza, oltre a consentire una notevole corsa delle sospensioni fino a 261 mm per una incredibile capacità off-road.

Il Ford Bronco è dotato di sospensioni HOSS (High-Performance Off-Road Stability Suspension), che comprendono bracci indipendenti con molle elicoidali a lunga escursione all’anteriore, che riducono il peso delle masse non sospese fino al 20% rispetto ai modelli ad asse solido, oltre a offrire una qualità di guida superiore e un contatto costante con il terreno. Sul posteriore, è di serie un solido assale a cinque bracci con molle a lunga escursione a taratura variabile, abbinato ad ammortizzatori progettati per gli impieghi più gravosi.

Ford Bronco Badlands è stato potenziato con ammortizzatori Bilstein dotati di un serbatoio ausiliario esterno di serie. Il maggiore volume di fluido fornisce un raffreddamento aggiuntivo in caso di utilizzo gravoso, mentre la forza di smorzamento aumenta o diminuisce automaticamente nelle condizioni di fine-corsa, garantendo un controllo preciso in off-road e una guida fluida su strada.

 

 

 

Condividi questo articolo