Targa Florio: Profeta e Riolo in top dieci nella gara del CIRA

Salvatore Riolo-Maurizio Marin, Volkswagen Polo GTI R5 #16
home-ad

Targa Florio: vittoria per Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone

Piazzamento in top dieci per Alessio Profeta (Skoda Fabia 2 Evo R5) e Salvatore Riolo (Volkswagen Polo R5) nella 106° Targa Florio, terza prova del Campionato Italiano Rally Assoluto (CIRA) e Storiche (CIRAS), oltre che della Coppa di Zona (8°) e del Siciliano, moderne e storiche.

Dopo i buoni riscontri ottenuti nelle prime tre speciali di ieri sera, la “Nino Vaccarella” e il doppio passaggio sulla “Cefalù“, caratterizzati da condizioni mutevoli dell’asfalto a causa della pioggia, il palermitano della Ro Racing e il cerdese della CST Sport, navigati rispettivamente da Rosario Merendino e Maurizio Maurin, sono riusciti a confermarsi nelle zone di vertice della classifica, concludendo questa 106° edizione della “Targa” con un settimo e ottavo posto, tutto sommato, in linea con le aspettative iniziali.

Alessio Profeta-Rosario Merendino, Skoda Fabia 2 Evo R5 #12

Nonostante le condizioni non semplici delle speciali disputate oggi, la “Tribune“, la “Targa” e la “Vincenzo Florio” (la Scillato-Polizzi è stata annullata a causa della non praticabilità della strada a causa delle forti piogge di ieri), i siciliani hanno tenuto il ritmo per tutti i chilometri di oggi, concludendo rispettivamente a 1’13″3 e 1’16″2 dal vertice della graduatoria assoluta occupato dalla Fabia 2 Evo di Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone (Andrea Crugnola-Pietro Ometto/Citroen C3 e Fabio Andolfi-Manuel Fenoli/Fabia 2 Evo a completare il podio assoluto).

Tanti problemi per Runfola

Scorrendo la classifica, sempre con una Fabia 2 Evo R5, troviamo l’idolo di casa dell’Island Motorsport, Marco Runfola, grande atteso alla vigilia ma “bersagliato” dai problemi tra le giornate di ieri e oggi. Un problema al cambio nelle speciali di ieri, unito ad una scelta errata delle gomme e ad una toccata nelle “piesse” di questa mattina, non hanno consentito al pilota siciliano, navigato come sempre dalla compagna Corinne Federighi, di andare oltre la 15° piazza assoluta, ottenendo un risultato non in linea con le aspettative iniziali.

La Skoda Fabia 2 Evo del duo Runfola-Federighi al Parco Assistenza di Termini Imerese

A seguire, nell’assoluta, troviamo l’altra Fabia 2 Evo condotta da Pino-Pic con alle note Francesco Pezzoli (17°), il figlio di Salvatore Riolo, Ernesto, su Peugeot 208 GT/R4 Line con al suo fianco Alessandro Floris (24°) e il duo Filippo Vara-Marco Pollicino, 25° su Renault Clio Sport/R3. Gli ultimi due si sono classificati sesto e settimo nel gruppo RC4N. 36° la coppia Filippo Indovina-Fabio Bellavia (Clio RS/R3), mentre non sono andati oltre la 47° e 51° posizione gli equipaggi formati da Claudio e Gianluca Savioli (Clio RS/N3) e “King Dragon”-Angelo Impollonia (Citroen DS3/N5 Naz).

I risultati dei siciliani nei monomarca Suzuki e Toyota

A bordo della nuova Toyota GR Yaris, aggiornata nel cambio nella specifica 2022 (qui l’approfondimento), il messinese Antonino Cannavò, con alle note il palermitano Gianfranco Rappa, ha chiuso la due giorni di gara in 28° posizione, mentre nella graduatoria riservata al monomarca in quinta piazza. Tra le Swift, invece, il catanese Giorgio Fichera, coadiviuto da Ronny Celli sulla “Hybrid” della sportiva giapponese, ha concluso al quarto posto di gruppo e al 42° assoluto.

Targa Florio CIRA, i tempi